Go Study Australia

L’Australia mi ha permesso di incontrare un popolo meraviglioso, sempre sorridente e pronto a dare una mano

Ciao, sono Davide e lavoro con Go Study nell’ufficio di Milano dal 2016, dopo un’esperienza in Australia come assistente alla lingua italiana in un college prima e giramondo poi.

L’Australia mi ha permesso di incontrare un popolo meraviglioso, sempre sorridente e pronto a dare una mano…a costo di meritarsela! Un popolo capace di lasciarti a bocca aperta nel bel mezzo del deserto con la Super Pit di Kalgoorlie, ma anche in grado di lasciare spazio alla natura e ai suoi spettacoli incredibili a pochi minuti dai centri città. Un popolo per cui i Quokka non sono solo simpatici cangurini a cui far selfie, ma una specie da preservare e in cui non si viene giudicati per il proprio abbigliamento, ma per quello che si è o si è decisi e pronti a dare. Insomma, l’Australia è un mondo molto, molto diverso da quello a cui siamo abituati.


“Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone”
Piacere, sono
Davide
Inizio in Go Study
2016
Città preferita
Perth
Ufficio Go Study
Milano
I tuoi hobby
Camminare, leggere, natura, calcio

Perché consiglieresti di fare un’esperienza in Australia?

L’Australia ti cambia. Ti costringe a rimboccarti le maniche, a sudare davanti ai libri se non l’hai mai fatto e a conoscere ogni giorno volti nuovi se sei timoroso. Ma è anche capace di regalare momenti davvero unici come un tramonto a Rottnest Island o una lunga chiacchierata in “britalian” con un’italiana ormai anziana emigrata da bambina.

Insomma, l’Australia ti rende più vivo e, forse, ti fa apprezzare un po’ di più le comodità e le fortune italiane a cui sei ormai abituato.

Qual è la tua città preferita?

Sicuramente Perth, la capitale del Western Australia e una delle città più isolate al mondo. Il Western Australia è quasi uno stato a sé, isolato fisicamente dalle altre regioni dai grandi deserti centrali, ma pronto a spaziare dalle lussureggianti colline vinicole di Margaret River ai tranquilli “fiordi” di Albany , sino ad arrivare a Perth, vera e propria melting pot city vista la vicinanza con l’Asia e gli innumerevoli emigrati italiani. E’ una città molto giovane, ricca, lavoratrice ma pronta a chiudere il negozio alle 16 per svagarsi non appena la giornata è soleggiata…e poi il mare è a pochi minuti di metro!

Raccontaci un episodio singolare che ti è capitato durante la tua esperienza in Australia.

Mi trovavo a Rottnest Island, l’isola davanti a Perth, in una barca ormeggiata vicino a una tra le baie più nascoste e naturali. Dopo una giornata a base di sport e natura, trascorsa tra lunghe escursioni in kayak, bagni rigeneranti e interminabili nuotate, stavo pescando la cena…quand’ecco sopraggiungere un enorme pellicano. Lentamente, con aria di sfida, osava avvicinarsi alla “mia” barca. Continuava a fissarmi dritto negli occhi: dapprima parecchio lontano, poi mano a mano sempre più vicino…i suoi occhi non si distoglievano da me e, lo capii poco dopo, dalla mia lenza. Dopo quella che mi è parsa un’eternità, rapito da trovarmi così vicino a uno tra gli uccelli più famosi e enormi della Terra, il pellicano mi era ormai a meno di un paio di metri. E, all’improvviso, dopo un’ultima, rapida occhiata…decisi: lanciai verso di lui un paio dei pesci raccolti con fatica fino a quel momento…e quello, rapido, disinvolto e al tempo stesso elegante…li tragugiò entrambi, al volo! Per poi allontanarsi, lentamente come mi si era avvicinato, fluttuando sulle increspature delle onde e continuando a guardarmi fisso negli occhi, questa volta colmo di gratitudine.

3 cose che ami dell’Australia

  • La natura mozzafiato
  • L’atmosfera
  • Il senso di libertà

L’Australia è unica perché…

E’ grande più dell’Europa e di buona parte della Russia messe assieme. Spiagge, mari, deserti, foreste, monti…trovi davvero di tutto al suo interno! E’ un Paese da vivere, scoprire e ammirare. Buona parte del mio cuore e dei miei ricordi più vivi e intensi abitano lì.

Dai un consiglio a chi vuole partire

Uno è troppo poco: facciamo due! Il primo:

  1. organizzarsi per bene perché in Australia il tempo scorre due o tre volte più veloce che in Italia. Tra scuola, lavoro da cercare e nuove amicizie, la scadenza del visto è sempre dietro l’angolo e, se non si pianifica bene e per tempo cosa si vuol fare, per quanto e come, si rischia di perdersi nella più classica delle routine che non ti mantiene aperto e ti fa perdere il bello della scoperta.
  2. Smettere di rimandare il momento della partenza dicendosi “ho tempo, prima o poi parto”, ma farlo ora, adesso, perché ogni giorno che passa è un giorno in più lontano dal Paese dalle mille opportunità più unico che c’è!