Go Study Australia

Australia Day

Ogni anno il 26 gennaio si celebra l’AUSTRALIA DAY: ma di cosa si tratta? Ovviamente della festa nazionale ufficiale del continente australiano!

Si tratta di un giorno dedicato a tutto ciò che significa essere australiano: un giorno di celebrazione della libertà, dell'ottimismo e della multiculturalità di questo grande paese.

Ma è anche il giorno in cui si ricorda la breve storia della nazione perché mentre gli stati europei possono contare su una tradizione millenaria, l'Australia nasce solo 200 anni fa.

La Storia

La fondazione dell'AustraliaIl 26 gennaio 1788 è stato infatti riconosciuto come il giorno dedicato alla celebrazione dell’Australia e della sua storia poiché in questa data la prima flotta inglese è sbarcata a Port Jackson,l’attuale porto di Sydney, sotto il comando del capitano Arthur Phillip che qui ha piantato la bandiera britannica, annunciando la creazione di una colonia penale.

In realtà il paese era già stato scoperto ben diciotto anni prima dal capitano James Cook approdato a Botany Bay (Sydney) nel 1770, ma il Nuovissimo Continente è stato reclamato dagli europei ufficialmente solo in un momento successivo.

Con l’arrivo degli europei la trasformazione della “Terra Australis”, a lungo rimasta intoccata dalla popolazione aborigena, ha subito un’accelerazione improvvisa: già a inizio ‘800 molti soldati, ufficiali e detenuti emancipati avevano trasformato le terre ricevute dal Governo in fiorenti fattorie.

Presto i racconti sulle incredibili ricchezze del continente australiano, dove la terra costa poco e abbonda di lavoro, portarono un flusso crescente di navi cariche di avventurosi emigrati giunti dalla Gran Bretagna. I coloni, chiamati anche squatter, ovvero occupanti abusivi, iniziarono a spingersi sempre più nei territori aborigeni, spesso armati, alla ricerca di nuovi pascoli per le loro mandrie. E verso fine del secolo la scoperta dell’oro nello stato di Victoria, nell'Australia Meridionale, provocherà una vera e propria invasione da parte di avventurieri provenienti da tutto il mondo in cerca di fortuna.

Nella prima metà dell’800 sono state anche fondate tutte le principali città odierne australiane: nel 1825 un gruppo di soldati e detenuti arrivò fino al territorio del popolo Yuggera, vicino all'odierna Brisbane e qui decise di insediarsi. Nel 1829 venne fondata Perth e nel 1835 uno squatter navigò fino a Port Philip Bay e scelse il sito dove poi nacque Melbourne. Nello stesso periodo una compagnia Britannica privata, che andava fiera di non aver alcun legame coi deportati, fondò Adelaide, nell'Australia Meridionale. Ma sarà solo il 1° gennaio 1901 che l’Australia diventerà una nazione federata, oggi formata da sei stati e due territori, ciascuno con il proprio parlamento, la propria bandiera e il proprio emblema floreale.

La Festa

Australia DayLe celebrazioni che accompagnano la festa sono ovviamente in puro stile australiano: dovunque si organizzano feste, eventi sportivi e culturali, concerti, parate storiche, ma soprattutto si festeggia con parties sulla spiaggia a base di barbecue e birra per godersi al meglio la giornata insieme alla propria famiglia e ai propri amici, perché l'Australia Day  è, sì, l'occasione per ricordare le origini storiche del paese, ma i suoi abitanti ne approfittano soprattutto per mettere in mostra tutta la propria "australianità", festeggiando all'insegna del relax e del buonumore in attesa degli spettacolari fuochi d'artificio in programma al calar della sera in tutte le principali città australiane.

Ma non per tutti questo è un giorno di festa: gli aborigeni australiani si riferiscono infatti a questo giorno chiamandolo "Invasion Day" - giorno dell'invasione - proprio perché per loro l'arrivo dei coloni britannici ha segnato l'inizio di un massacro proseguito per secoli. Una ferita ancora aperta, ragion per cui non è strano assistere in questo stesso giorno a manifestazioni di sensibilizzazione sul significato storico del 26 gennaio: associazioni e comunità vicine agli aborigeni cercano infatti di imporre un cambiamento di data che simboleggi la riconciliazione tra i due popoli in australiani origini diverse.

Ma andando oltre le contrapposizioni interne, sicuramente l'Australia Day rappresenta il giorno più importante dell'anno per i suoi abitanti, il giorno in cui si celebra la vera essenza dell'essere australiani.

Per avere un'idea delle manifestazioni che vengono organizzate per celebrare questa giornata ecco un sito a cui fare riferimento:  https://www.australiaday.com.au/.

Mentre, per chi volesse festeggiare l'Australia Day pur trovandosi in Italia, la scelta migliore consiste sicuramente nel cercare il locale australiano più vicino e passare una serata in vero stile australiano ;-)

Insomma, che tu ti trovi Down Under o in Europa, facci sapere come trascorrerai l'Australia Day: Condividi con noi la tua esperienza usando l'hashtag #GoStudyAustraliaDay!!