Go Study Australia

G' day mate, how ya going?

Quando partirai per la tua avventura australiana tieni presente una cosa: esiste l’inglese ufficiale che imparerai frequentando un corso d’inglese e poi c’è l’inglese corrente, quello parlato dai locals australiani. Noterai immediatamente la differenza!

L’inglese australiano infatti è molto più di un accento, a tal punto che a volte può lasciare perplessi non soltanto gli stranieri, ma persino gli inglesi stessi!

L’inglese australiano è piuttosto simile all’inglese britannico mentre molte parole comuni differiscono dall’inglese americano. Inoltre ci sono svariati modi di dire, termini slang ed espressioni assolutamente uniche.

Il termine che identifica lo slang aussie e la sua pronuncia è ‘strine’ ed è spesso caratterizzato dal rendere le parole più corte possibili; la leggenda narra che questa peculiarità del linguaggio australiano sia nata a causa del parlare con la bocca semi-chiusa, per evitare che gli insetti entrassero in bocca! 🙂

Per capire – ed apprezzare – lo slang australiano, dovrai immergevi nella cultura locale e conversare con dei locals.

Intanto per iniziare, ecco alcuni dei principali termini nei quali vi potreste imbattere:

1) Arvo:

Pomeriggio

2) Barbie:

Barbecue

3) Bogan:

Redneck, persona incolta. Un vero bogan in genere indossa un ‘flanno’ (camicia di flanella), ha un taglio di capelli definito ‘mullet’ (una sorta di codino spesso e spettinato), è un po’ sdentato e ha qualche tatuaggio fatto in casa (preferibilmente la bandiera australiana oppure la Croce del Sud).

4) Bottle-O:

Negozio di alcol e liquori

5) Chockers:

Pieno zeppo, stracolmo

6) Esky:

Mini frigo portatile per cibi e bevande

7) Fair Dinkum:

Aggettivo che indica una persona vera, onesta, genuina

8) Grommet:

Giovane surfista

9) Macca:

McDonald’s. Tappa immancabile dopo aver fatto serata!

10) Mozzie:

Zanzara

11) Pash:

Un lungo bacio appassionato. Un ‘rash-pash’ indica la pelle irritata come risultato di una pesante sessione di sbaciucchiamento con una persona con la barba.

12) Ripper:

Davvero fantastico!

13) Roo:

Canguro. Un baby canguro, ancora nella sacca, è noto come ‘Joey’

14) Servo:

Stazione di servizio

15) She’ll be right

Tutto andrà bene

16) Sickie:

Quando si prende un giorno di assenza/malattia dal lavoro anche se non si è in realtà malati.

17) Slab:

Pacco che include 24 birre

18) Sook:

Con il broncio. Se qualcuno si rivolge a voi dandovi del ‘sook’, è perché pensano che vi stiate lamentando

19) Stubbie holder:

Supporto di isolamento in polistirene per uno ‘stubbie’, che è una bottiglia di birra da 375 ml

20) Sweet as:

Fantastico. Gli australiani usano spesso mettere ‘as’ alla fine degli aggettivi per dare enfasi. Altri esempi includono ‘lazy as’, ‘lovely as’, ‘fast as’.

21) Ta:

Grazie

22) Togs:

Costume da bagno

23) Tradie:

Commerciante. Anche le singole tipologie di commercianti hanno soprannomi precisi, tra cui brickie (muratore), truckie (autista di camion), sparky (elettricista), garbo (netturbino) e chippie (carpentiere).

24) Ute:

Furgone, pick-up

25) Whinge:

Lamentarsi

Ora puoi iniziare a cimentarti con lo slang Aussie! 😉 Good on ya, mate